L’iniziativa della “Panchina Rossa” è promossa dal Comune di Milano con lo scopo di attirare l’attenzione dei cittadini, portandoli a riflettere sul fenomeno della violenza contro le donne.
Per questo motivo Zeta Service ha voluto inaugurare la sua “panchina rossa”, ulteriore segno dell’impegno quotidiano verso questo tema.

L’inaugurazione si è aperta con un emozionate monologo recitato dall’attrice E. Giani del Teatro Officina ed  ha visto la partecipazione di Silvia Bolzoni, ceo e founder di Zeta Service, Diana De Marchi, consigliere per le Pari Opportunità del Comune di Milano, Beatrice Uguccioni, vice presidente del consiglio comunale di Milano e Debora Moretti, ideatrice del Progetto Libellula.

“Le aziende non sono solo dei posti in cui si lavora, ma sono i luoghi dove tutti trascorrono la maggior parte della propria giornata, pertanto, si trasformano in ambienti nei quali possono e devono essere veicolati dei messaggi e trasmessi dei valori. Sono quindi il volano da cui partire per diffondere una nuova cultura e diventano incubatrici di virtù. La lotta alla violenza sulle donne è anche una questione di cultura e di linguaggio. L’obiettivo è arginare i fenomeni di violenza innescando un’educazione alla bellezza intesa come equilibrio della vita e rispetto dell’essere umano”

Nell’occasione pubblica sono stati ringraziate tute le 30 aziende del network e il team che quotidianamente lavora sul Progetto Libellula con impegno e passione.